L’infermiere a domicilio  è importante per una persona anziana o semplicemente per una persona che ha bisogno di fare frequenti analisi. infatti, alcune terapie prevedono che il paziente si occupi da solo di punture e analisi più semplici. se questo non è possibile, si deve chiedere l’aiuto di un infermiere a domicilio  che sia in grado di somministrare efficacemente le terapie, inviare e ricevere analisi dai laboratori abilitati e gestire ogni aspetto dell’assistenza domiciliare. ecco quali sono tutti i servizi che può fare un infermiere specializzato a casa, quali sono le modalità di intervento e a chi rivolgersi.  infermiere a domicilio  tutti i servizi  l’infermiere a domicilio è una figura riconosciuta dall’albo degli infermieri che è laureata in infermieristica e che quindi è in grado di assistere persone anziane o diversamente abili. l’infermiere a domicilio  può agire in diversi ambiti. nel settore privato può essere utile nelle attività di assistenza domiciliare integrata, ovvero in tutte quelle attività che servono per ridurre la pressione negli ospedali e contemporaneamente per offrire assistenza alle persone che non possono recarsi fisicamente dal medico ogni volta che ne hanno bisogno.  oltre a questo, l’infermiere a domicilio  può essere richiesto anche nei servizi privati, nell’ambito delle attività a domicilio.

Se ne ha l’esigenza quando si tratta di anziani Infermiere a domicilio professionale

l’infermiere può fare diverse attività che solitamente si farebbero in ospedale, ma che per motivi di prestazione elevate nelle strutture, o perché l’anziano o il diversamente abile non ce la fa materialmente ad arrivare in ospedale, vengono effettuate dalle infermiere a casa.  per esempio:  la gestione di cateteri o di alimentazione medica o ancora in caso di respiratori meccanici  medicazione con cannula e contro  cannula,  per medicazioni chirurgiche,  per lesioni da decubito  vascolari,  per medicazioni complesse, per la gestione della peg o della sng,  per l’alimentazione parenterale,  per attacco o stacco di sacca npt, per valutazioni di in ambito clinico.  ecco che l’infermiere a domicilio  risolve quelle che sono le esigenze delle persone che non possono materialmente andare in una struttura specifica. l’infermiere a domicilio  può essere sia disponibile con un servizio continuativo, solo a prestazione o al bisogno. per esempio, se una persona deve fare una puntura, o un prelievo, o un semplice controllo medico, in quel caso l’infermiere agisce su prestazione.se viene richiesta una particolare analisi, allora l’infermiere procederà a prelevare il sangue o le urine e successivamente a recarsi nei laboratori, richiedendo poi i risultati e rigirandoli per consegnarli a domicilio alla persona che ne ha fatto richiesta in questo caso, non si tratta di attività che si fanno in maniera continuativa, ma si tratta di attività che si fanno per comodità a domicilio.

 Valente figura professionale   Infermiere a domicilio professionale

quando c’è una situazione difficile dal punto di vista clinico/medico, allora l’infermiere a domicilio deve essere continuativo. per esempio, se si tratta di persone allettate, o di persone che non si possono muovere, o che sono affette da patologie talmente gravi da essere considerate malattie terminali, l’infermiere a domicilio deve essere sempre a disposizione, 24 ore su 24.così, si garantisce alla persona che soffre di quel problema di salute che c’è un professionista al proprio fianco. l’infermiere deve avere ottimi rapporti, sia con quelli che sono i parenti e il paziente, sia con quelli che sono i riferimenti medici specialistici. infatti, a quel punto, l’infermiere si occuperà anche di prenotare eventuali visite specialistiche o esami specifici o ancora di gestire la terapia che la persona deve seguire. 

Link Utili:

Una definizione dell’argomento Infermiere A Domicilio  data dalla famosa enciclopedia on line. (Wikipedia)